In evidenza

prezzo

210 € 7620 € Applica

dimensioni opera


17 cm 188 cm

22 cm 236 cm

0 cm 13 cm
Applica

DIPINTI DEL '900
 

SPEDIZIONE GRATUITA


In questa sezione si possono trovare tutte le opere di Arte del Novecento disponibili nel nostro catalogo online. Un’ampia e raffinata selezione che comprende paesaggi, nature morte, ritratti, volti, soggetti sacri, scorci e vedute di artisti del 900 con cui arricchire gli ambienti della tua abitazione

Hai opere d'arte simili da vendere? Contattaci!  Acquistiamo T  Acquistiamo Mail  Acquistiamo W


 

ordina per

Disegno di Contardo Barbieri
novità
ARARNO0239283
Disegno di Contardo Barbieri

Amarici (Figure Etiopi) Anni '30

ARARNO0239283
Disegno di Contardo Barbieri

Amarici (Figure Etiopi) Anni '30

Matita su carta. Firma, titolo e localizzazione in basso a destra. Contardo Barbieri nella seconda metà degli anni '30 partì volontario per la campagna in Africa orientale. Di tale periodo sono alcune opere che propongono soggetti orientali, come questi personaggi del popolo etiope detti Amarici perchè nativi dell'Amhara, regione dell' Etiopia centro-settentrionale ove si trova la città di Dessié. In cornice.

Nel Carrello

270,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Pannello a Ricamo con soggetto Naturalistico
ARARNO0236361
Pannello a Ricamo con soggetto Naturalistico

ARARNO0236361
Pannello a Ricamo con soggetto Naturalistico

Ricamo su tessuto in cotone. Giappone, periodo Meiji (1868 -1912). Il grande pannello in tessuto di cotone ricamato propone un soggetto naturalistico: sono raffigurate aquile e altri uccelli tra montagne stilizzate, e rami di pino e di glicine. Il ricamo è presentato in cornice in stile.

Nel Carrello

1.220,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Papp Bertalan
ARARNO0236630
Dipinto di Papp Bertalan

Nudo femminile 1912

ARARNO0236630
Dipinto di Papp Bertalan

Nudo femminile 1912

Olio su tela. Firmato e datato in basso a destra. Bella composizione con figura femminile nuda sul letto, mentre guarda una rosa poggiata davanti a lei, in mano uno specchietto, un bel vaso sul tavolinetto accanto. E' opera del pittore ungherese Papp Bertalan , che si dedicò prevalentemente ai ritratti e alle nature morte, e che morì giovane dopo aver già conseguito un buon successo. Il dipinto è presentato incornice dorata di metà '900.

Nel Carrello

2.640,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Gruppo di quattro Foto di Eva Barrett
ARARNO0236829
Gruppo di quattro Foto di Eva Barrett

Ritratti di Bambini 1930

ARARNO0236829
Gruppo di quattro Foto di Eva Barrett

Ritratti di Bambini 1930

Fotografie ritoccate a pastelli. Firmate in basso a destra. Al retro di tre di esse la data 11 novembre 1930. E' proposta una sequenza fotografica del ritratto di tre bambini, che cambiano leggermente la posa o l'espressione. Sono opera della fotografa britannica Eva Barrett che, dopo una prima esperienza come pittrice, decise di dedicarsi alla fotografia, pensando che "fosse meglio essere una fotografa di prim'ordine che una [pittrice] di seconda qualità". Trasferitasi a Roma nel 1913, stabilì qui il suo laboratorio. Pittorialista, con una macchina di piccole dimensioni, Eva Barrett creò un proprio metodo fotografico che ricordava gli schizzi dei disegni: applicava pochi leggerissimi tratti di matita riuscendo a realizzare immagini sottotono ma dai neri particolarmente densi, mantenendo così le caratteristiche della fotografia e del ritratto. In questo modo ebbe notevole successo e la sua carriera decollò. Eva Barrett fotografò la famiglia reale italiana, le mogli e i figli di ambasciatori stranieri, nonché ricevette numerose commissioni dai reali europei in Belgio, Svezia, Grecia. I quattro ritratti sono presentati in cornici in stile.

Nel Carrello

400,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Alfio Paolo Graziani
ARARNO0235681
Dipinto di Alfio Paolo Graziani

Natura morta con Cacciagione

ARARNO0235681
Dipinto di Alfio Paolo Graziani

Natura morta con Cacciagione

Olio su tela. Firmato in basso a destra. Al retro cartiglio di galleria d'are con i dati dell'opera. Alfio Paolo Graziani scelse la fedele trasposizione sulle sue tele della realtà, realizzando composizioni quasi iperrealiste per la precisione nel riprodurre i vari materiali e superfici, oltre che gli effetti della luce incidente su di essi. Soprannominato "Principe dei fiori" per la abbondante produzione di composizioni floreali, realizzò anche paesaggi, ritratti e nature morte, quale l'opera qui presentata, che presenta l'angolo di un cacciatore, dove alle prede cacciate si aggiungono, sparsi disordinatamente su un piano d'appoggio, i resti della battuta di caccia ( il fucile, il corno, alcuni bossoli, i resti di alcune provvigioni). L'opera è presentata in cornice coeva.

Nel Carrello

430,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Disegno di Claudio Bravo Camus
SELECTED
SELECTED
ARARNO0235215
Disegno di Claudio Bravo Camus

Chiquito Futbolista de Tanger 1982

ARARNO0235215
Disegno di Claudio Bravo Camus

Chiquito Futbolista de Tanger 1982

Sanguigna su carta. Firmato e datato in cifre romane in basso a destra. In alto a destra il titolo. Claudio Bravo Camus è stato un pittore cileno affermatosi soprattutto per le composizioni (in particolare i pacchi) e i ritratti iperrealistici, tra cui quelli di eminenti personaggi politici. Considerato a tutta ragione uno dei più grandi maestri dell'iperrealismo, Claudio Bravo ha rincorso nella pittura la fotografia, ma partendo sempre dall'osservazione diretta degli oggetti stessi: "Gli occhi vedono molto più della fotocamera: mezzi toni, ombre, cambiamenti minuti di colore e luci", ha dichiarato. Il ritratto qui presentato, quello di un noto giocatore di calcio marocchino, emana un realismo minuzioso e mimetico, in particolare nello guardo dell'uomo; è stato realizzato negli anni in cui l'artista visse a Tangeri, ove si era rifugiato per sfuggire alla dittatura franchista. E' presentato in cornice.

Nel Carrello

3.950,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto con Composizione floreale
ARARNO0234374
Dipinto con Composizione floreale

ARARNO0234374
Dipinto con Composizione floreale

Olio su tela. In basso a sinistra è presente firma non identificata. Grande composizione di fiori variegati, collocati in esterno su un terreno spoglio e deserto. I colori dei fiori sono stesi con una certa consistenza materica, a farli risaltare ed emergere sullo sfondo, quasi monocromatico. Il dipinto presenta alcuni schizzi di sporco nell'angol inferiore sinistra. E' presentato in cornice coeva.

Nel Carrello

1.320,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto Paesaggio boschivo
ARARNO0235293
Dipinto Paesaggio boschivo

ARARNO0235293
Dipinto Paesaggio boschivo

Olio su tela. Firmato Bertolotti in basso a destra. E' proposto lo scorcio di un bosco, con piante rade ed alte e un sottobosco ricco di rocce ricoperte da un prato verde; attraverso gli alberi, si apre al centro uno squarcio, inondato di luce, che inquadra aspre cime montuose. Il dipinto, di forte impatto scenografico, è presentato in cornice coeva.

Nel Carrello

2.220,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto con Natura morta con Frutta e Vasellame
ARAROT0233381
Dipinto con Natura morta con Frutta e Vasellame

ARAROT0233381
Dipinto con Natura morta con Frutta e Vasellame

Olio su tela. La composizione guarda alle produzioni del XVII secolo e propone una tavola riccamente imbandita di vassoi di frutta, cesti di ciliege, canestri con pesche e grappoli d'uva con pampini decorativi, terrine con semi, e calici, sormontati da un tendaggio e adagiati su una stoffa. Il colore è stato utilizzato in maniera fortemente materica in alcuni punti, a sottolineare per esempio i gambi di pampini d'uva, o per creare i riflessi di luce sulla frutta. Il dipinto presentato in cornice in stile.

Nel Carrello

920,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Vetrata a Piombo di fine 800
ARARNO0194914
Vetrata a Piombo di fine 800

L'incredulità di Tommaso

ARARNO0194914
Vetrata a Piombo di fine 800

L'incredulità di Tommaso

Vetrata a piombo, con vetri policromi dipinti a mano. E' raffigurata la scena del Vangelo in cui San Tommaso, dopo aver dubitato della sua Resurrezione annunciata dagli altri discepoli, riconosce Gesù che gli appare e gli chiede di toccare con mano le sue piaghe della Croce. L'opera presenta alcune lievi rotture e manca di alcuni vetri originali, sostituiti. E' montata in cornice recente.

Nel Carrello

400,00€

Nel Carrello
Dipinto di Primo Carena
ARARNO0233213
Dipinto di Primo Carena

L'ora delle Messi, 1974

ARARNO0233213
Dipinto di Primo Carena

L'ora delle Messi, 1974

Olio su tela. Firmato e datato in basso a sinistra. Il dipinto, proveniente da collezione privata pavese, è pubblicato a pagina 74 della monografia di Simona Morani dedicata all'artista Primo Carena (edizioni Bolis), con la presentazione firmata dalla critica dell'arte Rossana Bossaglia. Il paesaggio collinare, ben esprime il sommesso intimismo associato al rigoroso realismo che caratterizzano la produzione pittorica del pittore pavese. Nei suoi paesaggi il Carena tende "a cogliere la realtà atmosferica dei luoghi senza indulgere a descrittivismi.... ma costantemente sorretto da una vena lirica, che è il motivo di fondo di tutta la sua produzione". L'opera è presentata in cornice in stile

Nel Carrello

250,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Primo Carena
ARARNO0233212
Dipinto di Primo Carena

Controluce collinare, 1960

ARARNO0233212
Dipinto di Primo Carena

Controluce collinare, 1960

Olio su cartone. Firmato e datato in basso a destra. Il dipinto, proveniente da collezione privata pavese, è pubblicato a pagina 70 della monografia di Simona Morani dedicata all'artista Primo Carena (edizioni Bolis), con la presentazione firmata dalla critica dell'arte Rossana Bossaglia. Al retro è presente timbro di partecipazione dell'opera a Mostra personale dell'artista presso il Castello Visconteo di Pavia nel 1992. Il paesaggio, un tratto di campagna con sfondo di colline, ben esprime il sommesso intimismo associato al rigoroso realismo che caratterizzano la produzione pittorica del pittore pavese. Nei suoi paesaggi il Carena tende "a cogliere la realtà atmosferica dei luoghi senza indulgere a descrittivismi.... ma costantemente sorretto da una vena lirica, che è il motivo di fondo di tutta la sua produzione". L'opera è presentata in cornice in stile.

Nel Carrello

250,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Primo Carena
ARARNO0233211
Dipinto di Primo Carena

Via di paese, 1941

ARARNO0233211
Dipinto di Primo Carena

Via di paese, 1941

Olio su tela. Firmato e datato in basso a destra. Il dipinto, proveniente da collezione privata pavese, è pubblicato a pagina 59 della monografia di Simona Morani dedicata all'artista Primo Carena (edizioni Bolis), con la presentazione firmata dalla critica dell'arte Rossana Bossaglia. Lo scorcio di paese ben esprime il sommesso intimismo associato al rigoroso realismo che caratterizzano la produzione pittorica del pittore pavese. Nei suoi paesaggi il Carena tende "a cogliere la realtà atmosferica dei luoghi senza indulgere a descrittivismi.... ma costantemente sorretto da una vena lirica, che è il motivo di fondo di tutta la sua produzione". L'opera è presentata in cornice in stile.

Nel Carrello

230,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Primo Carena
ARARNO0233209
Dipinto di Primo Carena

Alberi nella Nebbia, 1978

ARARNO0233209
Dipinto di Primo Carena

Alberi nella Nebbia, 1978

Olio su tela. Firmato e datato in basso a destra. Il dipinto, proveniente da collezione privata pavese, è pubblicato a pagina 73 della monografia di Simona Morani dedicata all'artista Primo Carena (edizioni Bolis), con la presentazione firmata dalla critica dell'arte Rossana Bossaglia. Il paesaggio lacustre ben esprime il sommesso intimismo associato al rigoroso realismo che caratterizzano la produzione pittorica del pittore pavese. Nei suoi paesaggi il Carena tende "a cogliere la realtà atmosferica dei luoghi senza indulgere a descrittivismi.... ma costantemente sorretto da una vena lirica, che è il motivo di fondo di tutta la sua produzione". L'opera è presentata in cornice in stile., è pubblicato a pagina 75 della monografia di Simona Morani dedicata all'artista Primo Carena (edizioni Bolis), con la presentazione firmata dalla critica dell'arte Rossana Bossaglia. Il paesaggio ben esprime il sommesso intimismo associato al rigoroso realismo che caratterizzano la produzione pittorica del pittore pavese. Nei suoi paesaggi il Carena tende "a cogliere la realtà atmosferica dei luoghi senza indulgere a descrittivismi.... ma costantemente sorretto da una vena lirica, che è il motivo di fondo di tutta la sua produzione". L'opera è presentata in cornice in stile.

Nel Carrello

230,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Primo Carena
ARARNO0233205
Dipinto di Primo Carena

San Pietro in Verzolo

ARARNO0233205
Dipinto di Primo Carena

San Pietro in Verzolo

Olio su tela. Firmato in basso a destra. Il dipinto, proveniente da collezione privata pavese, è pubblicato a pagina 70 della monografia di Simona Morani dedicata all'artista Primo Carena (edizioni Bolis), con la presentazione firmata dalla critica dell'arte Rossana Bossaglia. Al retro è presente timbro di partecipazione dell'opera a Mostra personale dell'artista presso il Castello Visconteo di Pavia nel 1992. Il paesaggio, un tratto di campagna con sfondo di colline, ben esprime il sommesso intimismo associato al rigoroso realismo che caratterizzano la produzione pittorica del pittore pavese. Nei suoi paesaggi il Carena tende "a cogliere la realtà atmosferica dei luoghi senza indulgere a descrittivismi.... ma costantemente sorretto da una vena lirica, che è il motivo di fondo di tutta la sua produzione". L'opera è presentata in cornice in stile. a pagina 66 della monografia di Simona Morani dedicata all'artista Primo Carena (edizioni Bolis), con la presentazione firmata dalla critica dell'arte Rossana Bossaglia. Al retro è presente timbro di partecipazione dell'opera a Mostra personale dell'artista presso il Castello Visconteo di Pavia nel 1992. Lo scorcio del paesino della periferia pavese, visto dalla campagna, ben esprime il sommesso intimismo associato al rigoroso realismo che caratterizzano la produzione pittorica del pittore pavese. Nei suoi paesaggi il Carena tende "a cogliere la realtà atmosferica dei luoghi senza indulgere a descrittivismi.... ma costantemente sorretto da una vena lirica, che è il motivo di fondo di tutta la sua produzione". L'opera è presentata in cornice in stile.

Nel Carrello

300,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Primo Carena
ARARNO0233208
Dipinto di Primo Carena

Filosofo

ARARNO0233208
Dipinto di Primo Carena

Filosofo

Olio su cartone. Firmato in basso a destra. Proveniente da collezione privata pavese. Il dipinto propone un soggetto più volte ripreso da Primo Carena, sia con gruppi di più personaggi inseriti in un paesaggio, sia con una figura solitaria come appare in questo dipinto, che appartiene alla produzione degli anni Cinquanta. L'uomo sulla spiaggia, nella posa seduto appoggiandosi con il gomito ad un capitello marmoreo, e nel drappo appoggiato alle gambe, richiama il personaggio anziano seduto in un'opera di De Chirico , il Saluto degli Argonauti, e sottende bene il richiamo alla pittura metafisica che il pittore pavese volle esprimere nei suoi dipinti di figura degli anni 50-60. L'opera è presentata in cornice.

Nel Carrello

210,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Placca novecentista con Figura a Bassorilievo
ARARNO0231498
Placca novecentista con Figura a Bassorilievo

ARARNO0231498
Placca novecentista con Figura a Bassorilievo

Placca in bronzo con figura a bassorilievo. E' raffigurata la figura di un uomo nudo, che impugna una freccia puntandola al centro di un bersaglio: è evidente il simbolismo, ovvero l' esaltazione della determinazione dell'uomo che deve andare dritto al bersaglio; tale significato è ben consono al periodo fascista a cui risale placca, così come il rimando al classicismo. La placca è inserita e presentata in una cornice in legno coeva.

Nel Carrello

410,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Severino Ferraris
ARARNO0231648
Dipinto di Severino Ferraris

Valletta d'Estate

ARARNO0231648
Dipinto di Severino Ferraris

Valletta d'Estate

Olio su tela. Firmato in basso a sinistra. Al retro ulteriore firma con il tiolo dell' opera. Corredato di certificato di autenticità della Casa d'aste Meeting Art di Vercelli. Pittor della provincia novarese, Severino Ferraris fu un paesaggista che dipinse con colori vivi e luminosi le valli ossolane, lo splendore delle loro nevi, la sequela romantica dei casolari e degli svettanti campanili, tutto il calore degli autunni o il sospiro delle primavere che tornano a risvegliarsi, con una pittura piena di purezza e di ingenuità. L'opera è presentata in cornice.

Nel Carrello

350,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Ottavio Steffenini
ARARNO0230541
Dipinto di Ottavio Steffenini

Il Suonatore di Organetto

ARARNO0230541
Dipinto di Ottavio Steffenini

Il Suonatore di Organetto

Olio su tela. Firmato in basso a destra. Traccia di una data, non leggibile. L'artista cuneese Ottavio Steffanini ebbe una vita in continuo movimento, divisa fra l'Italia, l'Europa, l'America (in particolare il Venezuela). Artista inquieto e imprevedibile, concentrò la sua pittura soprattutto sulle figure femminili, ritratte con placida sensualità ed un'opulenza influenzata dai maestri spagnoli con cui studiò. Ma nella sua produzione non mancano altri soggetti, accomunati da una incessante esaltazione della vita, della natura. Qui è proposta invece una figura maschile, un ritratto a mezzo busto di un suonatore di organetto, dignitoso e fiero nella posa e nello sguardo. L'opera è presentata in cornice in stile.

Nel Carrello

1.000,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
video
Dipinto di Felice Carena
SELECTED
SELECTED
ARARNO0194913
Dipinto di Felice Carena

I Viandanti 1910

ARARNO0194913
Dipinto di Felice Carena

I Viandanti 1910

Olio su cartone. In baso a sinistra è presente la scritta autografa "Bozzetto per una copia", con la firma e la data Natale 1910; in basso a destra il titolo. Si tratta di un bozzetto per una replica con variazioni dall'omonimo dipinto realizzato dal Carena nel 1907, di grandi monumentali (159 x 300 cm), esposto alla Biennale di Venezia nel 1909 ed oggi conservato ai Civici Musei, Galleria d'arte moderna di Udine, Nell'opera compaiono alcune figure in movimento, appunto dei viandanti, rappresentanti le diverse categorie dell'umanità, uomini e donne, adulti e bambini, vecchi e giovani, ma tutti in cammino nella stessa direzione. Rispetto all'originale, in questo bozzetto dai tratti dei volti ancora indefiniti, le figure sono collocate in posizioni leggermente diverse, con il giovane avvolto nel mantello rosso al centro, e manca la parte inferiore così come lo sfondo. I colori sono quasi aspri, vivaci, stesi a pennellate rapide e dai contorni non definiti. Il dipinto appartiene alla fase pittorica ancora simbolista del Carena, ispirato al simbolismo francese di Eugène Carrière, periodo conclusosi con la partecipazione alla Biennale del 1912. L'opera è presentata in cornice coeva.

Telefona

Trattativa in sede

Telefona